LEGNA

by gazebo penguins

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €7 EUR

     

  • Pre Ordina LEGNA [ Disponibile dal 20 Maggio ]

1.
2.
02:35
3.
02:23
4.
5.
6.
02:40
7.
02:21
8.
03:10

about

LEGNA È IL SECONDO ALBUM DEI GAZEBO PENGUINS. I GAZEBO PENGUINS SONO IN TRE: CAPRA, SOLLO E PITER, DI 29 ANNI CIASCUNO E DI ORIGINI CORREGGESI COME LUCIANO LIGABUE, E ORA SI DIVIDONO TRA CORREGGIO E ZOCCA, CHE È INVECE IL PAESE NATALE DI VASCO. LEGNA USCIRÀ PER TO LOSE LA TRACK IL 27 MAGGIO, PERCHÉ È STATA L’ETICHETTA PIÙ VELOCE, E LA PIÙ INTELLIGENTE.LEGNA È UN DISCO DI 8 PEZZI UNO PIÙ BELLO DELL’ALTRO, TUTTI CANTATI E SUONATI IN ITALIANO. LEGNA È STATO REGISTRATO TRA GENNAIO E MARZO NELLO STUDIO GESTITO, CON ALTRI, DALLO STESSO SOLLO: L’IGLOO AUDIO FACTORY. SEI PEZZI SONO STATI REGISTRATI SUONANDO TUTTI ASSIEME LIVE, COME FANNO I FIGHI; E DUE PEZZI SONO STATI REGISTRATI PER SOVRA INCISIONI, COME FANNO I FIGHETTI. TUTTO L’ARTWORK E LA STAMPA DEL DISCO SONO STATI SEGUITI ED ESEGUITI DA LEGNO. CHE PIACEVOLE COINCIDENZA.

www.gazebopenguins.com/legna

credits

released May 11, 2011

registrato e mixato da F. "BURRO" DONADELLO
negli studi IGLOO AUDIO FACTORY iglooaudiofactory.com
masterizzato da CARL SAFF saffmastering.com
prodotto da TO LOSE LA TRACK toloselatrack.org
concept grafico e serigrafia: LEGNO sitodilegno.com
fotografie: ALBO

license

tags

about

Gazebo Penguins Correggio, Italy

contact / help

Contact Gazebo Penguins

Streaming and
Download help

Track Name: Il tram delle 6
Ho perso il tram delle sei; con i soldi della spesa comprerò un po’ fortuna.
Non credo che tornerò, cena pure da sola che ho perso il tram delle sei. Non ritorno a casa.
Oggi no: non ritornerò, penso per un po’.
Ho la giacca più pesante e due paia di calzini, la maglietta quella nuova e due fogli di giornale messi sotto alla cintura; lascio i guanti sopra il termo e mi soffio sulle mani anche se fuori è primavera.  
Track Name: Dettato
Odio i refusi nei libri nuovi,
e quando abusi di esclamativi.
Gli accenti storti sui perché,
gli apostrofi sul verbo È

Mi fermo sempre sui dettagli.
Ti sbagli, ma lo sai: mi fermo sempre sui dettagli.
Un punto che non c’è è un vuoto a perdere.
Track Name: Senza di te
Senza di te ho perso un po’ d’ilarità
Berrò di più per annegare la città

Ho finalmente sistemato la cantina / te lo ricordi lo spavento che mi sono preso tu invece eri serena / del resto era solamente un topo / ho ritrovato quel disegno in cui dormivi stesa al sole / dentro alla cesta delle robe inutili / che di buttar non ho mai avuto il cuore / ci si affeziona / e poi è tutto un ricordare le cose / meglio di com'erano davvero / di quando avevamo qualche anno di meno

Senza di te ho perso un po’ di ilarità
Berrò di più per risciacquare la città
Track Name: Frate indovino
È troppo tempo ormai che aspetto
tutti i secondi che trascorrono come coriandoli s’attaccano e in ogni tasca ne ritrovo un po’
Sono piantato al telefono, la voce parla in automatico, mi dice: Prego attenda in linea. Se dice: Attenda, non aspetto mai
Ciò che smarrisci ha due verità: da un lato è nulla e nulla esiste più; dall’altro c’è la percezione che rimanga sempre una tua proprietà.
Il calendario non aspetta mai. Frate Indovino non aspetta mai.

Settanta volte mi perdonerai, settanta volte sette tu lo farai, per tutto il tempo perso in autodafé, per tutto il tempo che non tornerà mai.
Track Name: Troppo facile
Se la smettessi di farmi gli auguri io avrei molti meno problemi.
So che hai sognato di nuovo i tamburi, ma non ti posso sottrarre i pensieri.
No, non ho più tempo di ieri per cancellare i ricordi più neri, per ripensare anche a quando non c’eri.
Ad esser sempre stanchi non cambieremo mai.
Scappando dai tramonti non cambieremo mai.
È facile, è troppo facile sorridere d’estate.
È facile, è troppo facile non scegliere per niente.

Le chiavi rotte nelle serrature, le mani sporche, le punture, un mazzo di carte con una carta in meno, sei giorni di pioggia e l’orizzonte sereno, la comunione, la liberazione, le reunion, i camion, i camerieri all’ultimo dell’anno, perdere un volo, le carie ai denti, sentirmi solo a un quarto alle venti.
Track Name: Ci mancherà
Non basta chiedersi perché. Ma perché?
Vorrei sentirti più vicino, fantasma o partigiano, ma niente mi parla di te.
La prima volta che ho ascoltato le mondine ho pianto del coraggio che non ho
Davanti a un cippo o ad un altare mi sembra di sparire del freddo che hai preso per me.
Ci mancherà sempre quella paura che avevi tu; ci resterà un peso in più.
Track Name: Cinghiale
Ritento spesso e non ci riesco mai a far di notte le fotografie
Mi pento spesso e non miglioro mai.
Non metto a fuoco la vita, guardo sempre in basso.
Track Name: 300 lire
Se aspetti un paio d’istanti non saremo più distanti per riscaldare qualche ricordo.
Non credo che sia poi tardi per mettermi a raccontarti di me.
Se aspetti si asciuga tra un po’.
Domenica 3 gennaio ho rotto il salvadanaio di quando avevo la tua età:
tra i resti di porcellana la mano mi sanguinava e raccoglievo 300 lire.
I ricordi si annebbiano un po’
Se aspetti mi ricorderò

Non mi ha mai visto in un film tra i tuoi eroi

If you like LEGNA, you may also like: