300 lire

from by gazebo penguins

/

about

"È l’unico pezzo del disco che ha una chitarra senza distorti. Dici poco: non è poco.
Nei ritornelli c’è una cosa che fa la chitarra che mi piace moltissimo, ed è questo pedalino che se togli il volume alla chitarra lui ti cambia completamente il suono. Frega? A me sì.
Il testo doveva essere una chiacchierata tra padre e figlia, ma poi non si capisce bene dove sia andato a finire."

tratto da: legno.wordpress.com/2011/05/06/i-gazebo-penguins-intervistati-da-federico-bernocchi/

lyrics

Se aspetti un paio d’istanti non saremo più distanti per riscaldare qualche ricordo.
Non credo che sia poi tardi per mettermi a raccontarti di me.
Se aspetti si asciuga tra un po’.
Domenica 3 gennaio ho rotto il salvadanaio di quando avevo la tua età:
tra i resti di porcellana la mano mi sanguinava e raccoglievo 300 lire.
I ricordi si annebbiano un po’
Se aspetti mi ricorderò

Non mi ha mai visto in un film tra i tuoi eroi

credits

from LEGNA, released May 11, 2011

tags

license

about

Gazebo Penguins Correggio, Italy

contact / help

Contact Gazebo Penguins

Streaming and
Download help